Homepage>Guide per le aziende>Competenze & Gestione nel Retail>Aprire un negozio di vestiti: cosa c'è da sapere?
time6 minuti di lettura

Aprire un negozio di vestiti: cosa c'è da sapere?

Ti sei mai chiesto/a cosa serve per aprire un negozio di abbigliamento in Italia? Se la tua curiosità è troppa e non vedi l'ora di scoprire tutto sull'argomento, continua a leggere la nostra guida!

Aprire un negozio di abbigliamento

Indice dei contenuti

Il settore della moda ti appassiona e desideri aprire un negozio di vestiti? Ti abbiamo letto nel pensiero: in questo articolo troverai preziosi consigli e tutto quello che devi sapere per aprire una tua attività.

Come aprire un negozio di abbigliamento

Lo abbiamo visto in un precedente articolo, quando ti abbiamo raccontato dei livelli del CCNL Commercio: il mondo del retail costituisce una fetta molto importante di business in Italia e può essere molto redditizio. Nonostante questo, se tra i tuoi sogni nel cassetto c’è quello di aprire un negozio di abbigliamento dobbiamo confessarti che avere successo in questo ambito non è proprio facilissimo, data l’elevata competitività del mercato ed il complesso iter burocratico necessario per avviare una propria attività.

Ma in sostanza, cosa serve per aprire un negozio di abbigliamento? Capacità, passione e determinazione non possono mancare, un po’ come in tutte le cose. Se farsi strada in questo mondo è davvero così complicato, essere spinti da una buona dose di forza di volontà è fondamentale, soprattutto perché le cose potrebbero non essere sempre facili. Sarà necessario avere una conoscenza approfondita del settore, spirito imprenditoriale, doti comunicative. Insomma, se non possiedi ancora esperienze pregresse dovrai diventare un/a vero/a esperto/a!

In secondo luogo bisogna essere in grado di sostenere un importante costo, soprattutto se il negozio sarà interamente di tua proprietà. Potrà tornarti utile affidarti ad un commercialista esperto del settore che ti aiuti a stabilire un budget e un piano economico da seguire

Successivamente dovrai pensare all'assunzione del personale: quante e quali persone lavoreranno con te, la retribuzione (se non sai ancora quanto guadagna un commesso diventerà un argomento comune), stabilire gli orari di lavoro, quali domande fare ad un colloquio per commessa… In questa direzione sarà necessario fare importanti valutazioni, in particolare se affidarsi ad un’agenzia per il lavoro oppure cercare le persone adatte in maniera autonoma.

E poi? Le immancabili procedure burocratiche un po’ noisette e alcuni documenti assolutamente indispensabili per poter aprire un negozio. Che tu voglia vendere abbigliamento per bambini o di articoli sportivi, dovrai:

  • Aprire la Partita Iva;
  • Iscriverti al Registro delle Imprese, all’INPS ed all’INAIL;
  • Comunicare al comune l’avvio della tua attività;
  • Inviare la Comunicazione Unica alla Camera di Commercio;
  • Ottenere il permesso per esporre l’insegna;
  • Pagare i diritti alla SIAE per la diffusione di musica all’interno del negozio;
  • Accertarti che i tuoi locali siano a norma in materia di destinazione, igiene, agibilità, urbanistica, sicurezza.

Pensavi meno impegnativo, vero? Eppure siamo certi che non hai ancora cambiato idea!

Quanto costa aprire un negozio di abbigliamento

Approfondiamo meglio la questione costi, che siamo certi ti interessa parecchio. Azzardare una cifra su quanto possa costare aprire un negozio di abbigliamento interamente di tua proprietà è abbastanza impossibile.

Questi importi infatti non sono mai fissi e anzi possono variare a seconda di diversi fattori, come ad esempio quali prodotti vorrai vendere, la metratura e la zona del locale che vorrai acquistare o affittare, la retribuzioni del personale, i fornitori… Ma anche la consulenza di esperti, le attività di marketing, tutti gli strumenti tecnologici e non che dovrai avere nel tuo negozio. Insomma… di qualsiasi cifra stiamo parlando, è sicuramente un bel gruzzoletto!

Franchising negozi abbigliamento: conviene veramente?

E se non si dispongono i soldi necessari per aprire un’attività in proprio significa che devi rinunciare al tuo sogno? Assolutamente no! Puoi valutare l’idea del franchising, vale a dire affidandoti ad una rete (in questo caso, una catena) che è già presente sul mercato. Ovviamente in questi casi si parla di un rischio minore, perché solitamente queste realtà sono già sviluppate, consolidate e possono garantirti un successo quasi assicurato.

Aprire un negozio di abbigliamento in franchising conviene, non solo perché dovrai investire meno denaro e potrai realizzare il tuo desiderio in meno tempo, ma soprattutto perché non dovrai pensare a tanti aspetti (piccoli e grandi, economici o meno) che saranno invece messi a disposizione della rete.

Non è tutto oro ciò che luccica: ovviamente ci sono anche degli svantaggi, come il fatto di dipendere quasi del tutto da un’azienda più grande oppure percentuali del fatturato che andranno direttamente nelle casse dell’impresa.

Dove rifornirsi per un negozio di abbigliamento

Innanzitutto,in quale ramo dell’abbigliamento vorrai collocarti? Intimo, alta moda, articoli sportivi… hai solo l’imbarazzo della scelta, ovviamente a meno che tu non abbia aperto un negozio in franchising. A quel punto dovrai attenerti alle dispositive del marchio rifornendo i tuoi prodotti direttamente da esso. Insomma, non avrai molto margine decisionale!

Ma se l’attività è di tua proprietà e hai già in mente un’idea ben precisa di cosa vorrai vendere, puoi muoverti in diverse direzioni, tra cui:

  • Prodotti Made in Italy, di produzione artigianale (in questo caso il costo ovviamente sarà non indifferente, data la sua storia e la pregiatezza dietro la lavorazione);
  • Prodotti di rivendita internazionale (puoi affidarti a grossisti ufficiali di diversi Paesi del mondo);
  • Prodotti self-made, se oltre ad essere imprenditore/trice sei anche esperto/a di tessitura (questo solo se i volumi di vendita previsti non sono altissimi, altrimenti dovrai assumere personale esperto nella sartoria).

Ovviamente la scelta dipenderà dal budget che hai disposizione e dalla qualità della merce che intendi vendere. A prescindere da questo, con lo sviluppo del digitale non avrai senz’altro problemi a rifornire il tuo negozio. Dopotutto, oggigiorno online si trova davvero di tutto!

Arredamento: idee per l'allestimento di un negozio di vestiti

Anche in questo caso, se l’attività è in franchising dovrai comunque sottostare a linee guida circa l’allestimento del negozio e avrai poco margine di personalizzazione.

Ma se il negozio è interamente tuo, questa sarà senza dubbio la parte più divertente e per cui avrai possibilità di sbizzarrirti con fantasia e creatività. Imposta uno stile che vuoi dare al tuo store: che sia minimal, originale o innovativo, potrai diventare il/la personal shopper di te stesso/a e passare fantastiche domeniche nei negozi di arredamento e scegliere ciò che fa per te. Un po’ siamo invidiosi, lo dobbiamo proprio ammettere!

Prova a cercare ispirazione su pagine social o blog, oppure fatti aiutare direttamente da un esperto di arredamento d’interni. L’importante è che l’ambiente sia invitante ed attrattivo: questo infatti può essere determinante, soprattutto per farti conoscere all’inizio dell’attività. Qualunque sarà la tua scelta, siamo certi che sarà fantastico!

Ti abbiamo convinto/a a inseguire il tuo sogno? Adesso che conosci tutto quello che dovevi sapere per aprire un negozio, possiamo aiutarti a inserire persone di talento nella tua squadra con i nostri servizi di staff leasing e somministrazione di lavoro.

Ti è piaciuta la guida? Condividila!

Potrebbe interessarti...

Se ti trovi qui, è perché sei interessato a conoscere le nostre dritte circa l'arredamento del tuo negozio di abbigliamento, e noi non vediamo l'ora di svelartele!
Leggi guida
Hai da poco aperto il tuo negozio di frutta e verdura? Farsi strada in questo mercato competitivo non è semplice, ecco perché vogliamo aiutarti a gestire al meglio la tua attività!
Leggi guida
Allestire la vetrina del tuo negozio deve essere una delle tue priorità. Ecco perché desideriamo aiutarti con i nostri consigli!
Leggi guida