Homepage>Blog>Percorsi di Carriera nel Retail>Come diventare un personal shopper di successo?
time4 minuti di lettura

Come diventare un personal shopper di successo?

come diventare personal shopper

Indice dei contenuti

Nei nostri articoli abbiamo parlato tante volte delle mansioni in un supermercato, dei professionisti più richiesti nel settore retail… Ma effettivamente non avevamo ancora nominato la figura professionale del personal shopper. Se pensi possa essere un percorso interessante e adatto a te, continua a leggere e scopri di più!

Chi è e cosa fa un consulente agli acquisti?

Probabilmente ne hai visto uno solo nei film, soprattutto americani. Ci sbagliamo? Crediamo proprio di no! Questo innanzitutto perché in Italia la domanda di lavoro come personal shopper sta vedendo una crescita in termini di opportunità solo di recente, ma anche perché non è mai stato propriamente nella nostra cultura andare a fare shopping accompagnati da un consulente esperto. E comunque, economicamente parlando, non è proprio alla portata di tutti!

Qualche piccolo dettaglio lo abbiamo già svelato: un personal shopper non è altro che una figura che si occupa di supportare i clienti durante i momenti dedicati agli acquisti. E con supportare intendiamo in ogni singola fase, dall’accompagnamento fisico all’interno del negozio alla perfetta soddisfazione del cliente una volta varcata l’uscita.

Il settore dove ci si serve maggiormente dell’esperienza e delle competenze di questa figura è senza ombra di dubbio quello della moda, ma non sarebbe ormai inusuale trovare un personal shopper esperto anche in prodotti tecnologici, oggettistica e così via. Le sue mansioni sono prevalentemente legate ad una forma di assistenza e consulenza: nel caso dell'abbigliamento ad esempio si potrebbe pensare ad un consulente d’immagine che possa consigliare sulla base delle proprie conoscenze gli acquisti perfetti per rifare l’armadio!

Come abbiamo già accennato (e lo vedremo anche in seguito parlando di stipendio) la compagnia del personal shopper si paga e anche in maniera piuttosto rilevante. Ma per chi può permettersi di destinare un po’ di soldi anche a questo tipo di servizio si tratta senz’altro di un vantaggio non indifferente!

Lavorare come personal shopper: le competenze

Servono passione, dedizione, conoscenza del prodotto ma anche tanta predisposizione alla comunicazione ed orientamento al cliente. Non si tratta certo di un mestiere faticoso, ma solitamente si tratta di avere a che fare con persone particolarmente esigenti che in ogni caso sono disposte a pagare parecchio per ricevere questo tipo di assistenza. E quindi bisogna regalare loro l’esperienza migliore possibile!

A seconda del proprio settore di competenza, un personal shopper dovrà possedere competenze tecniche specifiche sulla merceologia di riferimento. È chiaro che chi si intende di moda non può trascurare aspetti fondamentali come l’armocromia, le differenze tra i tessuti, gli abbinamenti, quali vestiti scegliere per valorizzare la forma corporea… È anche e soprattutto il motivo per cui molto spesso il personal shopper decide di approfondire la sua materia frequentando corsi di formazione, che a livello occupazionale probabilmente non servono ma che possono aiutarlo a ritenersi quanto più completo possibile.

A meno che non si abbia un’innata vocazione per il mestiere (e sarebbe certamente possibile) molto spesso si sceglie questa strada dopo aver lavorato nel settore e aver maturato un po’ di esperienza. Soprattutto per chi desidera reinventarsi e intraprendere una nuova sfida professionale, si tratta dell’opportunità perfetta!

Quanto guadagna un personal shopper?

Ti anticipiamo subito che quello del personal shopper non è un vero e proprio stipendio, perché solitamente questo tipo di professionisti operano con Partita Iva. Possono percepire una retribuzione stabilita ad esempio su compensi orari e/o settimanali, a seconda del tipo di prestazione e commissione assegnata. E quindi quanto guadagna, indicativamente, un personal shopper? Quanto costa un’ora del suo tempo? Anche fino a 100/150€, importi che all’estero possono addirittura essere il doppio e che negli anni sono aumentati a causa della sempre più in crescita richiesta!

È anche vero che i personal shopper possono assumere la forma di sales advisor all’interno di negozi, quindi regolati da una forma contrattuale ben definita dai livelli del CCNL Commercio. Si tratta di figure che possono trovare un impiego all’interno di rinomati brand d’abbigliamento, come ad esempio marchi di lusso, che possono servirsi di questo tipo di servizio per aumentare la customer experience e l’autorevolezza della catena. Ed in questo caso gli stipendi possono aggirarsi addirittura intorno ai 2000€ al mese!

Come diventare personal shopper lo abbiamo visto, e non abbiamo dubbi che ti sia appassionato! Ora non ti resta che candidarti alle nostre offerte di lavoro nel retail per provincia e scoprire l’opportunità perfetta per te: non vediamo l’ora di conoscerti!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Ci sono un sacco di nuove offerte di lavoro che ti stanno aspettando!

Email
Password
?La password deve avere almeno 8 caratteri
CAP in cui vivi
?Te lo chiediamo per mostrarti i lavori più vicini a te

Potrebbe interessarti...

Desideri fare carriera nel mondo della grande distribuzione alimentare? Diventare scaffalista sarà di certo il primo passo! Scopri tutto su questo importante ruolo.

Leggi articolo

Gli addetti alle vendite sono figure importantissime nel settore del retail. Se vuoi scoprire ogni dettaglio e curiosità su questa importante figura professionale, hai trovato l'articolo perfetto per te!

Leggi articolo

Ti sei sempre chiesto chi fosse la figura professionale dello store manager e come poter intraprendere questa carriera? Ti trovi esattamente nel posto giusto!

Leggi articolo